20190601-02 MAUggiare2019

//Partenza Luogo/Orario: SABATO 1° GIUGNO – Piazza V.Veneto – Piteccio / 08:00

Itinerario automobilistico: 

Partenza da Piteccio condividendo le macchine ore 08:30

Arrivo alle Regine alle 09:45 circa

//Organizzazione materiale:

Mangiare e Bere: 

Barrete, cioccolata, frutta secca (e troiai vari) per sgranocchiare durante le escursioni

PRANZO del sabato: L’idea era quella di portare ognuno qualcosa da condividere tutti insieme, direi per le quantità di considerare la propria porzione e aggiungerne un’altra da dividere con tutti (riso freddo/pasta fredda/torte salate/dolci vari/ etc.)

Carne e Verdura alla brace: Da organizzarsi meglio, ma come abbiamo fatto altre volte facciamo un ordine unico dividendosi la spesa.

Come quantità direi: 2 salsicce + 2 costoline + 1/2 peperone + 1/2 melanzana + 1 pomodoro a testa

CENA SABATO: pasta o polenta al sugo (e avanzi del pranzo)

COLAZIONE DOMENICA: Tè caldo e biscottini (e avanzi dei dolci . . . forse)

PRANZO DOMENCA: Panini al sacco

Borraccia grande di acqua (almeno 1lt) , durante il tragitto ed al rifugio avremo la possibilità di riempirla.

Birre/Vino o quello che vi pare per festeggiare insieme alla CENA DEL SABATO.

Panini e/o altro cibo pronto per il pranzo al sacco della domenica

 

Vestiario: 

Visto le tendenze attuali direi un abbigliamento non troppo leggero con un cambio completo.

Sicuramente: 3 magliette, 1 pile, una giacca impermeabile/gore-tex/softcell + cappellino e guanti nello zaino + 1 pantalone da montagna + 2 paia di calzini + scarponi da trekking (va bene suola scolpita. . . .  da artista locale ;) )

Tutto il necessario per il pernottamento (ricordo che è un rifugio/bivacco quindi le comodità non ci sono ;) e nemmeno le docce)

//Nello Zaino:

Luce Frontale, Occhiali da sole e Crema solare (speriamo di usarli), per chi non ha la giacca impermeabile un poncho o un K-Way (degli anni 80-90) o un Ponce livornese caldo (così sente meno la fatica e l’acqua)

IMPORTANTE:

Evitiamo piatti/bicchieri usa e getta, chi li possiede porti delle vettovaglie da poter lavare e riportare a casa, chi non ne è provvisto me lo faccia sapere che ci organizziamo.

I rifiuti si devono riportare a casa ;) !

 

ITINERARI ESCURSIONI

A seconda del Meteo è possibile/è consigliabile intraprendere  diversi sentieri più o meno impegnativi/lunghi 

Parcheggio macchine a Le Regine (1250 mt) – [sentiero CAI 102] – Bivacco Lago Nero  (1730 mt)

Appena arrivati al rifugio ci organizziamo per cucinare il cibo, pranziamo e dopo girottoliamo e gozzovigliamo intorno al lago. Possibilità di andare a vedere il tramonto in cima all’Alpe delle tre potenze, discendiamo per la cena e poi al letto.

Al Rifugio possiamo lasciare, vettovaglie e il materiale per dormire, ripartiremo domenica mattina pesanti di panza, ma leggeri di zaino, con pranzo al sacco e tentare di effettuare il giro dei laghi (non ce la faremo mai) o un itinerario concordato al momento più breve.

Per chi ha la possibilità di MAUggiare solo la domenica ci possiamo ricongiungere direttamente al Lago Nero se salgono dal Sestaione/Regine o se salgono da la Val di Luce, basta che ci venga comunicato in tempo così ci organizziamo per la partenza dell’escursione.

..Segui, Esplora; Condividi! > MIXINART …Follow, Explore; Share!
Piteccio e Nuvole

Annunci

20140323 | TREK001 | Pracchia-Portafranca-Pracchia

Partenza Luogo/Orario: Piazza V.Veneto – Piteccio / 08:30

Itinerario automobilistico: 

Come si raggiunge in auto Pracchia:

  • da Pistoia: raggiungibile tramite SS n. 66 fino a Pontepetri e poi SS n. 632 “traversa di Pracchia” per 4 km si arriva all’abitato di Pracchia. Lasciare la macchina nel parcheggio della stazione.
     
Utilizzeremo la cartina già realizzata della zona con altri itinerari
Itinerario sintetico: Pracchia – Rif. Porta Franca – Pracchia
A seconda del Meteo è possibile/è consigliabile intraprendere  diversi sentieri più o meno impegnativi/lunghi (vedi immagine della mappa)
  1. IT01 – Pracchia (616 mt) – Setteponti [Inbocco sentiero CAI 143] – Vizzero (780 mt) – Poggio Mengone (1106 mt) – Monte del Cocomero (1368 mt) – Passo del Termine (1449 mt) – [Inbocco sentiero CAI 109 – poi 13B/101] – Poggio Merizzone (1552 mt) – [Innesto nel sentiero CAI 5] –  Rif. Porta Franca (1587 mt)
  2. IT02 – Pracchia, Case Paoluccio (1092 mt) – [Innesto sentiero CAI 5] – Poggio Merizzone (1552 mt) – Rif. Porta Franca (1587 mt)
  3. IT03 – Pracchia, Orsigna, Case Corrieri (900 mt) – Strada sterrata fino all’inbocco sentiero CAI 25 (1200 mt circa) –  Rif. Porta Franca (1587 mt)
Per il ritorno o per effettuare una piccola variante/aggiunta ad uno dei 3 itinerari sopra proposti è possibile effettuare in parte o interamente la VAR
  • VAR –  Rif. Porta Franca (1587 mt) [sentiero CAI 5/00] – Monte Gennaio 1814 mt) – [sentiero CAI 00] Poggio delle Gnude (1732 mt) – [sentiero CAI 35] Passo della Nevaia (1617 mt) – Poggio dei Malandrini (1662 mt) – Rif. del Montanaro (1567 mt) – [sentiero CAI 3] – Passo Pedata del Diavolo – Maceglia (1662 mt) – [sentiero CAI 53] – loc. Lavacchini (800 mt) – [strada asfaltata] Case Corrieri (900 mt)
Attrezzatura richiesta: Pranzo al sacco, acqua in abbondanza, scarponi adatti per la neve, ghette o pantaloni da neve, ciaspole, crema solare, occhiali da sole, abbigliamento caldo invernale, soprattutto guanti. 
Attrezzatura opzionale: Ramponi da ghiaccio e bastoncini
Difficoltà:  3/5 – Medio
Lunghezza Itinerario: –
Dislivello in salita:
  1. IT01 – 971 mt
  2. IT02 – 495 mt
  3. IT03 – 687 mt
  • [+]VAR – x M.Gennaio 227mt – si allunga il tragitto e si deve aggiungere il dislivello in salita per rientro a punto di partenza
Ore di cammino: Con Neve
  1. IT01 – 8.00 h
  2. IT02 – 4.00 h
  3. IT03 – 5.00 h
  • [+]VAR – x M. Gennaio +2.00 h /  Rif. Montanaro – Lavacchini è da aggiungere il tempo per rientro a punto di partenza
Dettagli: E  – Escusionisti – Gita su sentieri senza particolari difficoltà / EE  x VAR M. Gennaio – Escursionisti Esperti 

Info approfondimento:

MAPPA ITINERARI:

piteccioenuvole_map_pracchia-orsigna-portafranca_sentieri_v01

(Click per Ingrandire)

..Segui, Esplora; Condividi! > MIXINART …Follow, Explore; Share!
Piteccio e Nuvole

20140216|Ciaspoli-AMO 03

Partenza Luogo/Orario: Piazza V.Veneto – Piteccio / 08:30

Itinerario automobilistico: 

Come si raggiunge in auto la Doganaccia:

  • da Firenze: Autostrada 11 Firenze – Pisa Nord, uscire a Pistoia e seguire le indicazioni per Abetone – Modena, immettersi sulla ex SS 66 seguendo sempre per Abetone, giunti in loc. Lima immettersi sulla SS 12 e seguire per Abetone, dopo 6 km girare a destra per Cutigliano (1Km) e seguire le indicazioni funivia. Per raggiungere la Doganaccia (m.1547), superato il paese di Cutigliano, si prosegue con l’automobile per circa km.14.  
Itinerario sintetico: Doganaccia – Lago Scaffaiolo – Doganaccia
Doganaccia(1530 mt.), monte Spigolino (1827mt) Lago Scaffaiolo( 1750 mt.)
Dal parcheggio della Doganaccia (1547 m), antica dogana del Granducato di Toscana posta al confine con il Ducato di Modena, si segue in salita il sentiero segnato n. 6 CAI/M.P.T. (Montagna Pistoiese Trekking) che porta in circa 50 minuti al Passo della Croce Arcana (1675 m) ove è presente il monumento ai Caduti della Grande Guerra.
In alternativa al sentiero è possibile seguire la strada carrareccia che collega il versante pistoiese con quello modenese. Dal passo si segue il segnavia 00 CAI – GEA che, aggirando il Monte Spigolino (1827 m), porta al Passo della Calanca (1737 m), si prosegue sul sentiero 00 CAI – GEA tralasciando i sentieri che scendono verso sinistra (versante modenese) e in breve tempo raggiungiamo il Lago Scaffaiolo(1790 m). In prossimità del Lago Scaffaiolo sorge il Rifugio CAI “Duca degli Abruzzi”. Tornati al Passo della Calanca sullo stesso sentiero 00 CAI – GEA si scende a sinistra imboccando il sentiero con segnavia n. 66 CAI che, passando sotto il Monte Spigolino ci riporta al poggio della Doganaccia.
Attrezzatura richiesta: Pranzo al sacco, acqua in abbondanza, scarponi adatti per la neve, ghette o pantaloni da neve, ciaspole, crema solare, occhiali da sole, abbigliamento caldo invernale, soprattutto guanti. 
 
Noleggio ciaspole: La Doga Sport – Doganaccia – https://www.facebook.com/ladogasport?ref=ts&fref=ts – Costo di una giornata di Noleggio: 10 euro
Attrezzatura opzionale: Ramponi da ghiaccio e bastoncini
Difficoltà:  2/5 – Normale 
Sentieri: 00 –  66 naturalmente con innevamento i sentieri non sono visibili
CARTOGRAFIA: 

IGM 1:25.000 n. 97 I SO Fanano
CAI – Regione Emilia-Romagna: carte 1:50.000 – Alto Appennino Bolognese
MULTIGRAPHIC/FI: Carta sentieri e rifugi 1:25.000 n. 15/18

Lunghezza Itinerario: –
Dislivello in salita: 250mt
Ore di cammino: Con Neve – 5 H
Dettagli: E  – Escusionisti – Gita su sentieri senza particolari difficoltà 

METEO:

WebCAM di Riferimento: Presso il Rif. Duca degli Abruzzi -> http://www.rifugiolagoscaffaiolo.it/meteo-scaffaiolo.html

Info approfondimento:
http://www.doganaccia2000.it/
http://www.rifugiolagoscaffaiolo.it/

 Mappa Altimetrica:

altimetria_doganaccia_scaffaiolo_invernale

Mappa tratta da http://ripadiversilia.uoei.it/

..Segui, Esplora; Condividi! > MIXINART …Follow, Explore; Share! Piteccio e Nuvole

20131208_piteccioenuvole_ciaspoliamo_02_v0

20131208|Ciaspoli-AMO 02

Partenza Luogo/Orario: Piazza V.Veneto – Piteccio / 08:30

Itinerario automobilistico: 
Come si raggiunge in auto Orsigna:

  • da Pistoia: raggiungibile tramite SS n. 66 fino a Pontepetri e poi SS n. 632 “traversa di Pracchia” per 4 km con deviazione a sinistra dopo aver superato l’abitato di Pracchia.
     
Itinerario sintetico: Pracchia – Rif. Porta Franca – Pracchia
A seconda del Meteo è possibile/è consigliabile intraprendere  diversi sentieri più o meno impegnativi/lunghi (vedi immagine della mappa)
  1. IT01 – Pracchia (616 mt) – Setteponti [Inbocco sentiero CAI 143] – Vizzero (780 mt) – Poggio Mengone (1106 mt) – Monte del Cocomero (1368 mt) – Passo del Termine (1449 mt) – [Inbocco sentiero CAI 109 – poi 13B/101] – Poggio Merizzone (1552 mt) – [Innesto nel sentiero CAI 5] –  Rif. Porta Franca (1587 mt)
  2. IT02 – Pracchia, Case Paoluccio (1092 mt) – [Innesto sentiero CAI 5] – Poggio Merizzone (1552 mt) – Rif. Porta Franca (1587 mt)
  3. IT03 – Pracchia, Orsigna, Case Corrieri (900 mt) – Strada sterrata fino all’inbocco sentiero CAI 25 (1200 mt circa) –  Rif. Porta Franca (1587 mt)
Per il ritorno o per effettuare una piccola variante/aggiunta ad uno dei 3 itinerari sopra proposti è possibile effettuare in parte o interamente la VAR
  • VAR –  Rif. Porta Franca (1587 mt) [sentiero CAI 5/00] – Monte Gennaio 1814 mt) – [sentiero CAI 00] Poggio delle Gnude (1732 mt) – [sentiero CAI 35] Passo della Nevaia (1617 mt) – Poggio dei Malandrini (1662 mt) – Rif. del Montanaro (1567 mt) – [sentiero CAI 3] – Passo Pedata del Diavolo – Maceglia (1662 mt) – [sentiero CAI 53] – loc. Lavacchini (800 mt) – [strada asfaltata] Case Corrieri (900 mt)
Attrezzatura richiesta: Pranzo al sacco, acqua in abbondanza, scarponi adatti per la neve, ghette o pantaloni da neve, ciaspole, crema solare, occhiali da sole, abbigliamento caldo invernale, soprattutto guanti. 
Attrezzatura opzionale: Ramponi da ghiaccio e bastoncini
Noleggio ciaspole: – Costo di una giornata di Noleggio: 10 euro
Difficoltà:  3/5 – Medio
Lunghezza Itinerario: –
Dislivello in salita:
  1. IT01 – 971 mt
  2. IT02 – 495 mt
  3. IT03 – 687 mt
  • [+]VAR – x M.Gennaio 227mt – si allunga il tragitto e si deve aggiungere il dislivello in salita per rientro a punto di partenza
Ore di cammino: Con Neve
  1. IT01 – 8.00 h
  2. IT02 – 4.00 h
  3. IT03 – 5.00 h
  • [+]VAR – x M. Gennaio +2.00 h /  Rif. Montanaro – Lavacchini è da aggiungere il tempo per rientro a punto di partenza
Dettagli: E  – Escusionisti – Gita su sentieri senza particolari difficoltà / EE  x VAR M. Gennaio – Escursionisti Esperti 

Info approfondimento:

MAPPA ITINERARI:

piteccioenuvole_map_pracchia-orsigna-portafranca_sentieri_v01

(Click per Ingrandire)

..Segui, Esplora; Condividi! > MIXINART …Follow, Explore; Share!
Piteccio e Nuvole

20131201|Ciaspoli-AMO 01

Partenza Luogo/Orario: Piazza V.Veneto – Piteccio / 08:30

Itinerario automobilistico: –
Itinerario sintetico: Partenza dal parcheggio della Doganaccia verso il Rifugio Duca degli Abruzzi – Lago Scaffaiolo, arrivati al rifugio possiamo decidere se continuare ed arrivare fino al Corno alle Scale
Attrezzatura richiesta: Pranzo al sacco, acqua in abbondanza, scarponi adatti per la neve, ghette o pantaloni da neve, ciaspole, crema solare, occhiali da sole, abbigliamento caldo invernale, soprattutto guanti. Per chi ha bisogno 
Noleggio ciaspole: La Doga Sport – Doganaccia – https://www.facebook.com/ladogasport?ref=ts&fref=ts – Costo di una giornata di Noleggio: 10 euro
Difficoltà:  1/5 – Facile
Dislivello in salita: 200 mt / tappa Corno 400mt
Ore di cammino: Con Neve – 4,00 circa / tappa Corno 5.30
Dettagli: T. Gita su sentieri senza difficoltà

Info approfondimento:
http://www.doganaccia2000.it/
http://www.rifugiolagoscaffaiolo.it/

..Segui, Esplora; Condividi! > MIXINART …Follow, Explore; Share!
Piteccio e Nuvole

 

– 20131202 – Fotogallery della Ciapolata

Immagini di Davide:

Immagini di Milo: